“Elementi di statistica applicati alla micologia” Autore Daniele Uboldi

Ho trovato molto interessante questa pubblicazione e per questo vorrei proporvela. Purtroppo in questo spazio posso riportare solo l’introduzione dell’autore, in quanto nel trattato vi sono riportate formule e tabelle, e diventerebbe complicato riportare il tutto come è nell’originale. Dopo l’introduzione troverete un link, per cui, chi desidera leggerlo può recarsi all’indirizzo linkato e scaricarsi il trattato Premessa In questo … Continua a leggere

Il mondo dei funghi e la sua magia

Quello che leggerete non ha la pretesa di essere uni informazione a carattere scientifico, ma vuole essere solo un piccolo umile omaggio a questi piccoli graziosi esserini con l’ombrello. Se per caso questa pubblicazione venisse letta da qualche esperto in meteria, o comunque intenditore di questo mondo a parte: il mondo micologico, lo precherei di correggere le inesatezze e le … Continua a leggere

I funghi ,deliziosi e simpatici abitanti dei boschi.

Sin dalla preistoria, questo prodotto della terra era amato e apprezzato,  l’uomo di Altamira, deve essere rimasto incantato osservando i funghi , dato che   dipingeva le proprie grotte con le figure degli animali che lo circondavano, Presso  gli antichi Romani,  i funghi erano considerati soggetti di notevole interesse, ed erano uno dei cibi preferiti dagli imperatori romani.  Pur estremamente diversi … Continua a leggere

morfologia e classificazione dei fubghi

MORFOLOGIA DEL FUNGO .  Quello che noi raccogliamo e chiamiamo “fungo”, è il frutto di una pianta di cui difficilmente rileviamo la presenza perché immersa nel terreno o nel legno o in altri tipi di substrato. Questa strana pianta, è costituita da un intreccio di filamenti che si presentano come una ragnatela che progredisce nel substrato, occupando aree anche considerevoli, … Continua a leggere

le parti del fungo

 La maggior parte dei Macromiceti che interessano i raccoglitori di funghi sono caratterizzati dalla forma “a fungo”., ossia a cappello e gambo, che è tipica delle specie appartenenti alle Agaricali. Anche in altri ordini (es. Poliporali, Idni, ecc.) si possono trovare veri cappelli e gambi, mentre negli Ascomiceti si osservano a volte degli pseudo cappelli e pseudo gambi (es. Morchella, … Continua a leggere

come si nutrono

I  funghi  sono particolari organismi caratterizzati dalla mancanza di clorofilla, un pigmento verde che consente alle piante che Io contengono, di sintetizzare, a partire dall’acqua e dall’anidride carbonica, le sostanze organiche di cui hanno bisogno (zuccheri, amido, cellulosa, etc.) mediante il processo della fotosintesi clorofilliana. Le piante verdi sono quindi organismi autotrofi, cioè in grado di nutrirsi in maniera autonoma … Continua a leggere

Raccogliere i funghi: quasi un rito

A volte mi domando  se sia amore per la natura,amore per lo studio e la ricerca,  desiderio di evadere dal caos delle città, spirito d’avventura, la molla segreta che spinge migliaia e migliaia di persone ad avventurarsi nei boschi alla ricerca delle varie specie di questi particolari frutti, della terra, che pur vivendo solo pochi giorni, regalano agli occhi e … Continua a leggere

riproduzione del fungo

Una prima e fondamentale differenza (la si vede anche ad occhio nudo!) è quella fra “Micromiceti” e Macromiceti”. I primi, varie decine di migliaia di specie molte delle quali non ancora conosciute e classificate, sono le cosiddette muffe che tanti danni possono provocare a vegetali ed animali. I Macromiceti (circa 12.000 le specie, vere o presunte tali, ad oggi classificate) … Continua a leggere

consigli per la raccolta

Innanzi tutto  importante: raccogliere  solo i funghi che si conscono bene, evitando esemplari deformi, dubbi, troppo maturi ( potrebbero essere in via di putrefazione e causare intossicazioni) o eccessivamente giovani Raccogliere completamente il fungo senza tagliarlo alla base del gambo; successivamente , si potrà tagliere la base del gambo e si collocherà nel cestino, con le lamelle o i pori … Continua a leggere

credenze popolari sulla commestibilità

Sono da bandire a priori le così dette prove casalinghe o popolari, e  solo per curiosità ne voglio indicare alcune, che erano e sono ancora in uso fra la popolazione e sono largamente diffusi, e non è facile convincere chi vi crede della loro infondatezza. – I funghi nati in prossimità di animali morti, di ferri rugginosi, o di altre specie … Continua a leggere